RSU - Rotella di trascinamento


Serie Unificata - RSU Rotella di trascinamento

Disegno Tecnico ed Esploso  - RSU Rotella di trascinamento

1 - Anello di tenuta fey
2 - Ralla d’appoggio
3 - Anello esterno
4 - Rulli cilindrici
5 - Anello interno
6 - Ralla d’appoggio
7 - Anello di tenuta fey


Dati Tecnici - RSU Rotella di trascinamento

C.R. rif / ref d (mm) D (mm) B (mm) H (mm) R (mm) r (mm) Cw (KW) Cow (KW) Vel Max Speed (RPM min-1)
RSU 55-120 55 120 40 43 10.000 2 128 195 1.000
RSU 50-130 50 130 63 65 10.000 3 192 250 1.100
RSU 55-140 55 140 68 70 10.000 3 223 300 850
RSU 60-150 60 150 73 75 10.000 3 255 350 800
RSU 65-160 65 160 73 75 10.000 3 275 370 700
RSU 70-180 70 180 83 85 10.000 3 350 490 600
RSU 80-200 80 200 88 90 10.000 4 410 580 500
RSU 90-220 90 220 98 100 10.000 4 495 720 400
RSU 100-240 100 240 103 105 10.000 4 560 830 340
RSU 110-260 110 260 113 115 10.000 4 670 1020 300
RSU 120-290 120 290 133 135 15.000 4 890 1370 260
RSU 130-310 130 310 144 146 15.000 5 1020 1600 240
RSU 140-340 140 340 160 162 15.000 5 1215 1950 200
RSU 150-360 150 360 171 173 15.000 5 1360 2210 180

Cw: Carico dinamico - Cow: Carico statico

Caratteristiche Tecniche - RSU Rotella di trascinamento

La principale caratteristica di questa serie di rotelle è l’elevato spessore dell’anello esterno, adatto per sopportare quindi le alte pressioni specifiche e gli urti che derivano dall’impiego di questi cuscinetti come rulli di pressione, seguitori di camme, rotelle per convogliatori, cuscinetti per montanti di carrelli elevatori.

  • Anello Esterno con doppio bordo di ritenuta dei rulli, ricavato integralmente e accuratamente  rettificato, per rendere adatta la rotella a sopportare carichi con componenti assiali. L’anello ha solitamente una bombatura sull’esterno per migliorare le condizioni di funzionamento in presenza di carichi gravosi ed eliminare così le concentrazioni di carico sulle fasce laterali della pista. A richiesta possono essere fornite rotelle con superficie esterna cilindrica.
  • Anello Interno con fori e canali d’adduzione del lubrificante.
  • forzati sull’anello esterno, formano un sistema di protezione a labirinto.
  • Una delle ralle laterali può essere di tipo chiuso per permettere il montaggio delle rotelle all’estremità dell’albero.
  • Pieno riempimento di rulli a testa piana rettificata.
  • Tolleranza di esecuzione secondo la classe normale con possibilità di esecuzione speciale secondo la classe P5 (DIN 620).